Squadra

L’equipe dell’associazione è formata dalle sue due fondatrici, l’italiana Bianca de Sangro e la francese Camille Pignol, entrambe laureate presso l’Ecole du Louvre e da Lucie Barral laureata in storia dell’arte e sociologia a Parigi.
Durante i loro studi in storia dell’arte hanno potuto constatare quanto sia esiguo lo spazio dedicato alle donne in questo campo, ed hanno dunque deciso di dar vita al progetto per far fronte a questo disequilibrio.
L’equipe è completata da giornalisti volontari italiani e francesi che, animati dallo stesso intento, mettono a disposizione le proprie conoscenze e competenze per la redazione d’articoli e la produzione di eventi culturali.

Fondatrici

Bianca de Sangro

Presidente, Responsabile del polo editoriale, Responsabile del polo Eventi

Dopo una laurea in storia dell’arte all’Università La Sapienza di Roma, mi sono specializzata in Museologia alla Scuola del Louvre con una tesi sulla museografia della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. L’organizzazione museale e la programmazione culturale sono i miei centri d’interesse e di lavoro. Sensible al dibattito sulla condizione delle donne nella nostra società, ho confondato cARacTères nell’idea di usare la mia formazione per contribuire, fosse anche solo in minima parte, a una migliore considerazione delle donne nella società.

Camille Pignol

Tesoriere, Responsabile del polo Comunicazione

Laureata in Giurisprudenza, Storia dell’arte e Museologia alla Scuola del Louvre, sono attualmente programmatrice culturale al FRAC Centre-Val de Loire. Dopo una specializazzione in storia dell’Arte dell’Islam, diverse esperienze all’estero – in particolare il seminario di museologia a Montréal e un Master 2 in « Curating » all’università dell’Essex – mi hanno indotto ad interessarmi alla rappresentazione delle donne nel mondo dell’arte e, più in generale, al ruolo delle donne nel mondo della cultura.

Polo comunicazione

Ada Nardacchione

Video e montaggi

Sono nata a Roma, città che mi ha influenzato nella scelta di una formazione accademica prima in Scienze Storiche all’Università La Sapienza poi in Comunicazione Storica all’università di Roma Tre, dove mi sono specializzata sul documentario. Ad oggi collaboro con diversi programmi come “Passato e Presente” il programma di storia della Rai e “Today”, programma di politica estera in onda su Tv2000. Amo il mio lavoro perché mi permette di coordinare capacità creative con il rigore della ricerca storica. In questo modo spero di far appassionare le persone alla storia.

Quentin Chappuis

Webmaster

Sono chimico di formazione ma mi piace interessarmi a tutto, tutto quello che implichi la creatività. La musica prende in questo senso un posto importantissimo nella mia vita. Attraverso il progetto “The I-Twins”, dove canto in duo con la mia sorella gemella, cerco di trasmettere la mia visione del mondo, il mio stupore, la mia rabbia, tutto quello che mi fa muovere. Sensibile alla questione del ruolo delle donne nella società e più in generale dell’equilibrio nei rapporti tra uomini e donne, è con grande piacere che contribuisco a questo progetto.

Étienne Juffard

Comunicazione

L’accesso di tutti alla cultura, creatori come spettatori è qualcosa che mi sta particolarmente a cuore. Dopo essermi laureato in storia dell’arte all’Università di Borgogna e alla Scuola del Louvre, mi sono occupato della comunicazione per il Resaux des Musées Nationaux – Grand Palais. Il mio percorso universitario e le mie esperienze professionali mi hanno naturalemente portato a interessarmi ai progetti dell’associazione cARacTères alle confluenze della storia dell’arte, della sociologia e dell’antropologia.

Polo editoriale

Sabrine Kherrati

Coordinatrice editoriale

Dopo la laurea in letterature della lingua francese all’Università di Montréal, ho fatto il Master professionale in Mestieri dell’edizione alla Sorbona – Parigi IV. Sono stata quindi assistente editoriale a Fleuve edizioni e al Centre Georges Pompidou. Attualmente, sono assistente editoriale presso la Christian Bourgois edizioni, a Parigi. Ho scelto di diventare editrice per lavorare nella stessa direzione dell’associazione cARacTères : promuovere le donne e le autrici nel mondo del libro e della cultura.

Lily Berthou

Coordinatrice editoriale

Ho studiato Estetica e Storia dell’Arte alla Scuola Superiore delle Arti e Media di Caen poi ho seguito un corso di Museologia e Nuovi Media alla Sorbona a Parigi. Mi interesso alle relazioni di interdipendenza tra le opere d’arte digitali e i concetti di fantascienza (design fiction, prospective design). Collaboro come produttrice a diversi festival di arte numerica e sono in Francia e all’estero. Il mio approccio interdisciplinare all’arte contemporanea mi porta a riflettere sui rapporti tra tecnologie, musica sperimentale e femminismo.

Polo aderenti

Lucie Barral

Responsabile della documentazione

Durante i miei studi di sociologia, ho affrontato le questioni della parità di genere, in particolare nel mondo dell’arte. Sensibile a queste problematiche, nel 2016 ho conseguito un Master di ricerca in Studi Storico-Artistici. In seguito, sono entrata a far parte del Dipartimento del pubblico al Centre Georges Pompidou dove, partecipando alla concezione di progetti di mediazione per il pubblico adolescente, ho sviluppato un approccio pedagogico all’arte. Queste esperienze, unita al mio impegno nel mondo associativo, mi anno portata a far parte della squadra di cARacTères.

Polo eventi

Camille Fonjallaz

Produzione eventi e progetti

Dopo una formazione in Storia dell’Arte e Archeologia classica all’Università di Ginevra, ho conseguito un master in mediazione culturale alla Scuola del Louvre di Parigi per poi orientare la mia formazione verso la gestione di progetti culturali all’Università Paris X Nanterre. Responsabile del polo logistica e tecnico di un festival durante il mio Master, ho inoltre lavorato nella relazione con il pubblico e la coordinazione di eventi al Centro Georges Pompidou et al Centquatre-Paris. Attraverso l’asssociazione cARacTères, vorrei sviluppare dei proggetti per supportare per una causa che mi tocca e mettere in valore il lavoro delle donne nella società.

Polo amministrazione

Noé Robin

Diplomato a Sciences Po. di Parigi in management culturale e dopo aver studiato le scienze della Cultura a Berlino, ho occupato disparate funzioni amministrative in diverse istituzioni per comprendere la realtà dell’azione culturale in Francia e all’estero. Ho sempre avuto un interesse particolare per lo studio dei sistemi di potere e delle loro conseguenze sulle grandi rappresentazioni storiche e della società. Ho scelto di contribuire al progetto cARacTères, perché mi ha attirato la sua pertinenza e la sua voglia di modificare i codici prestabiliti per riconsiderare il ruolo delle donne nelle Arti e nella cultura.

Giornalisti.e

Anna Péan

Appassionata ai soggetti femministi e a caccia di tutte le creazioni che diano visibilità alle donne, ho seguito un percorso letterario prima di lanciarmi negli studi di giornalismo. Diplomata da ottobre 2017, di tanto in tanto scrivo e parlo alla radio. Qualche lettura che vi raccomando, Femininists di Chiamanda Ngozi Adichie e Distruzione del padre di Louise Bourgeois.

Giulia Longo

Dopo una laurea in Storia dell’Arte alla Sorbona e una specialistica in Museologia alla scuola del Louvre, dal 2017 sono dottoranda contrattuale all’Università di Strasburgo dove studio la rappresentazione della sifilide nelle arti visuali dalla fine del XVII secolo all’inizio del XIX. Le mie richerche portano sulla storia delle scienze mediche, sulla storia della prostituzione, la storia della follia e delle caricatura.

Gilliane Berardini

Formata in Storia dell’Arte e Museologia alla Scuola del Louvre e all’Università di Saint-Andrews (Scozia), sono attualmente dottoranda alla scuola del Louvre. La mia tesi, I Gould e la Francia : l’élite americana e il classicismo francese, porta sulla riappropriazione e sulla reinterpretazione degli stili, una questione che mi appassiona. Mi interesso più in generale alle arti decorative del XVII e del XX secolo, all’architettura, al collezionismo e alla storia del gusto.

Anna Chiara d’Aloja

Nasco al tramonto degli anni ’80 all’ombra del castello estense nella tranquilla città di Ferrara. Dopo il liceo mi trasferisco a Roma all’Università di Roma La Sapienza dove mi iscrivo a Storia dell’Arte, una passione che mi aveva accompagnata fin dall’infanzia. Sono anni di formazione e di esperienza, dopo una triennale all’insegna dell’arte medievale abbandono il gotico per dedicarmi al contemporaneo, affascinata dalla possibilità di un confronto reale con artisti viventi. Un po’ per gioco, mi sono affacciata al mondo dei social media di cui apprezzo le potenzialità comunicative in ambito culturale, soprattutto museale, ed è così che mi trovo a Milano a lavorare per i social delle case museo del Comune, conquistando la fama un like alla volta.

Sara de Carlo

Sono nata nella magica terra pugliese, tra i trulli di Alberobello. Da sempre amante delle arti, mi sono trasferita a Roma per laurearmi in storia dell’arte contemporanea alla Sapienza. Nella capitale ho lavorato a delle mostre e ho avuto la fortuna di conoscere e di fare da assistente al fotografo d’arte Claudio Abate. In questi mesi sto lavorando presso il Museo Nazionale Romano dove la grandezza delle collezioni del passato incontra l’arte di oggi con delle esposizioni temporanee.

Juliette Persilier

Ho sempre avuto il desiderio di capire il mondo che mi circonda. I miei studi in storia dell’arte e in storia alla Scuola del Louvre e a Scienze Politiche mi hanno aperto gli occhi sul mondo e le sue immagini. Mi sono allora appassionata all’arte del XX secolo e in particolare l’arte del secondo dopo guerra, periodo cruciale che vede la nascita della società di consumo e la messa in discussione dei mezzi di espressione. Dimplomatami nel 2017, lavoro alla fondazione Hartung-Bergman a Antibes, dove sono assistente di conservazione.

Tancrède Hertzog

Italo-francese, dopo gli studi in filosofia e storia dell’arte alla Sorbona e alla Scuola del Louvre, mi sono dedicato ad un dottorato in storia dell’arte all’Ecole Pratique des Hautes Etudes. Specializzato nello studio del Rinascimento italiano, m’interesso alla ricezione della cultura antica nelle arti, alle strategie e ai bisogni dei committenti e nutro un interesse particolare per il bacino artistico napoletano. Sono anche gallerista in arte moderna e contemporanea a Parigi, dedicandomi alla riscoperta di artisti europei degli anni quaranta e settanta e sostenendo giovani pittori e scultori. Sono ugualmente critico d’arte per la rivista letteraria La Règle du jeu e il magazine svizzero Artpassions. Il contributo delle donne al mondo dell’arte è da sempre stato fondamentale senza tuttavia ricevere, come in molti altri domini, un’attenzione sufficiente dalla parte dei ricercatori come del pubblico : è per contribuire a rendere loro la visibilità che meritano che ho deciso di collaborare a cARacTères.

Laure Saffroy-Lepesqueur

Specializzata sul XIX° secolo alla Scuola del Louvre, dopo aver dedicato differenti tesi alla storia delle donne nella storia dell’arte, dando una particolare attenzione allo studio del posto che avevano nella Scuola di Belle Arti di Parigi, alle loro rappresentazioni scultoree nella capitale o ancora alla storia dei modelli, anche io mi sono dedicata alla creazione. Diplomata al Conservatorio di Rouen in arti drammatiche, e avendo frequentato la scuola di Belle Arti della stessa città, provo a unire pratica artistica e storia dell’arte per valorizzare il lavoro delle donne in questa disciplina.